News

Qual è la durata di un contratto di locazione ad uso abitativo?

La locazione ad uso abitativo può avere durata variabile in base al carattere del conduttore coinvolto nel contratto

contratto di locazione ad uso abitativo è una delle forme contrattuali più diffuse nel settore immobiliare perché è in grado di soddisfare un grande numero di esigenze. Si tratta, infatti, di un contratto che si adatta alle esigenze specifiche del conduttore. Di conseguenza, la durata del contratto di locazione ad uso abitativo può rispondere direttamente ai loro bisogni.

Indice:

  • Contratto di locazione ad uso abitativo: cos’è
  • La durata del contratto di locazione ad uso abitativo

Contratto di locazione ad uso abitativo: cos’è

Quando si parla di locazione ad uso abitativo, si fa riferimento ad un contratto di affitto che prevede l’utilizzo di un immobile, appartenente a un locatario, da parte di un conduttore e/o della sua famiglia, con lo scopo di alloggiarvi per un periodo di tempo determinato o determinabile, in cambio di un corrispettivo in denaro.

Gli immobili che possono essere coinvolti nei contratti di locazione ad uso abitativo devono essere dotati di certificati di agibilità per questioni di sicurezza, igiene e salubrità. Tra questi immobili sono esclusi immobili vincolati o di lusso, alloggi di edilizia residenziale pubblica e alloggi ad uso esclusivamente turistico.

Per stipulare un contratto di locazione ad uso abitativo è possibile utilizzare il rispettivo modello di contratto di affitto facilmente reperibile online e compilarlo in ogni sua parte. Le forme contrattuali possibili si distinguono in base al canone, che può essere libero o concordato, alla temporalità della locazione e al tipo di conduttore.

La durata del contratto di locazione ad uso abitativo

Si differenziano quattro tipi di contratti di affitto ad uso abitativo, ognuno dei quali ha la propria durata. A partire dalle caratteristiche ed esigenze del conduttore e dal tipo di canone determinato, è possibile stipulare il contratto di locazione più adatto a soddisfare le esigenze circostanziali. Nello specifico, queste sono le tipologie di contratto di locazione ad uso abitativo e le relative durate:

  • Contratto di locazione a canone concordato (4+4): si tratta di un contratto il cui canone è stato determinato consensualmente dalle parti coinvolte, senza limiti di importi massimi o minimi. In questo caso, il contratto di affitto dura minimo 4 anni, al termine dei quali, deve essere rinnovato obbligatoriamente per altri 4 anni. Se non si effettua alcuna disdetta con un preavviso di almeno 6 mesi, il rinnovo di 4 anni in 4 anni diventa automatico.
  • Contratto di locazione a canone libero (3+2): questo contratto prevede l’ottemperanza di un modello ministeriale a cui le organizzazioni rappresentative delle parti devono attenersi. Sono queste stesse organizzazioni a prestabilire l’importo del canone. Questo tipo di contratto di locazione ad uso abitativo ha una durata minima di 3 anni. Dopo la prima scadenza, si rinnova automaticamente per altri 2 anni. In assenza di disdetta con almeno 6 mesi di anticipo, il rinnovo del contratto è automatico ogni 2 anni per 2 anni.
  • Contratto di locazione per studenti universitari: questo contratto di locazione ad uso abitativo ha una durata minima di 6 mesi e massima di 36 mesi, con la possibilità di rinnovo. Il canone, in questo caso, è prestabilito da accordi sindacali. Può essere richiesta una disdetta almeno 3 mesi prima della data di scadenza della locazione.
  • Contratto di locazione ad uso transitorio: la durata di questa locazione varia in base alle esigenze comprovate del locatario che necessita di un immobile per un periodo di tempo limitato. La durata minima è di 1 mese e quella massima di 18 mesi, non rinnovabili. Il canone può essere concordato dalle parti coinvolte.

Potrebbe anche interessarti

Quando dura un contratto di locazione ad uso abitativo?

È possibile scegliere la durata della locazione abitativa in base al tipo di canone, libero o concordato, e alle esigenze di natura transitoria del conduttore.

Qual è la durata minima di un contratto di locazione?

La durata minima di un contratto di locazione dipende dal modello contrattuale che si desidera stipulare.

Che durata ha un contratto di locazione a canone concordato?

La durata minima di un contratto di locazione a canone concordato è di 3 anni.

Quanto dura un contratto 4+4?

Un contratto 4+4 ha una durata di 4 anni, al termine dei quali è previsto un rinnovo per altri 4 anni in assenza di disdetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.